+39 0942 791523
  • Consegna -50% per ordini superiori a 69,00 euro
  • Sconto 5% sul primo acquisto
  • Reso gratuito
0 account

Coltivare ortaggi: l'importanza della rincalzatura

Coltivare ortaggi: cos'è e a cosa serve la rincalzatura

Spesso si sottovaluta l’importanza di un’operazione semplicissima e molto importante che buona parte delle piante dell'orto necessitano: la rincalzatura

La rincalzatura consiste nell’accostare nuova terra attorno alla base del fusto della pianta avvalendosi di una zappa. Si tratta di un’operazione che si svolge lungo tutta la vita della pianta a partire dall’attecchimento post-trapianto o, nel caso di semina diretta, quando le piantine raggiungono una certa dimensione. Alcune piante ne beneficiano più di altre, è il caso del porro, del finocchio, di molti ortaggi a radice che sviluppandosi tendono a scoprire la parte edibile, ma anche del pomodoro, delle melanzane e degli ortaggi le cui radici tendono a scoprirsi con le frequenti irrigazioni, in questi casi la rincalzatura contribuisce allo sviluppo rigoglioso e armonico della pianta oltre che alla qualità del prodotto finale. 

Il più evidente vantaggio della rincalzatura, ma questo non è certo l’unico, è una maggiore stabilità della pianta nei confronti di agenti esterni, in particolare il vento, dato che regolarmente si addossa della terra ai piedi della pianta, ripristinando in parte quella erosa, e rinforzando la base. Grazie alla rincalzatura infatti l'apparato radicale risulta più protetto. Può capitare infatti che con irrigazioni poco accurate venga erosa la terra che ricopre le radici rendendole più fragili ed esposte a rischi. Nella porzione del fusto riparate da luce e aria con la rincalzatura, la pianta, tra l’altro, viene stimolata a produrre nuove radici, mentre, nel caso di ortaggi che sono più buoni se imbianchiti (ad esempio il finocchio o il porro) la rincalzatura permette anche di avere una parte edibile più estesa e di migliore qualità.

Questa operazione non necessita di particolari attrezzature, basta avvalersi dell’aiuto di una semplice zappa con cui appunto zappettare delicatamente spostando la terra dallo spazio interfilare verso i fusticini. Tra le rincalzature da effettuarsi in estate c’è quella alle piante di pomodoro, un’ottima occasione anche per interrare i concimi di copertura, una leggera irrigazione e una rincalzatura con nuova terra asciutta a ricoprire l’area precedentemente concimata e irrigata. In questo modo la terra nuova svolgerà la funzione di copertura estiva, proteggendo la pianta e impedendo un’eccessiva evaporazione dell’acqua oltre a favorire la crescita di nuove radici. 

In vista della rincalzatura, scegliete un buon concime per creare le condizioni migliori  affinché lo sviluppo delle vostre coltivazioni sia all’altezza delle aspettative. Quale? Sala Laurus per gli orti domestici suggerisce ONE formula esclusiva orto-frutta, un concime di origine vegetale pensato proprio per gli ortaggi. ONE orto e frutta favorisce la radicazione e la crescita delle colture, rafforzando le difese endogene delle piante così da renderle particolarmente resistenti agli stress ambientali. Non solo, questo prodotto contribuisce in modo naturale al miglioramento della qualità e del sapore degli ortaggi. 

Per orti semiprofessionali, Sala Laurus consiglia invece Actiwave G, un biostimolante naturale in grado di rendere più efficiente il processo di assorbimento delle sostanze nutritive disponibili nel terreno e di ottimizzarne il loro utilizzo all’interno della pianta. Di uso pratico e semplice, il prodotto si somministra in modo che arrivi a contatto con le radici o comunque in prossimità dell’apparato radicale.